Salta al contenuto
Rss



S.C.O.V. Cani da SoccorsoL’Associazione S.C.O.V. cani da soccorso è iscritta al Registro Regionale del Volontariato D.P.G.R. (Regione Piemonte) al n. 3913 del 09/10/1996 ed è iscritta al Dipartimento della Protezione Civile Prot. N° 23045/a4/vol.A5.23.2 del 17/08/1998.

L’Associazione è stata fondata nel 1996 e da allora opera nel territorio Piemontese. È specializzata nella formazione di Volontari di Protezione Civile che operano come unità cinofile nella ricerca persone disperse in superficie e sotto macerie.
L’Associazione da qualche anno ha la propria sede legale e operativa in Riva Presso Chieri (TO) e ha stipulato nel giugno del 2012 con il Comune una CONVENZIONE PER L’UTILIZZO DI UN TERRENO COMUNALE DA ADIBIRE A CAMPO ADDESTRAMENTO
per la preparazione delle unità cinofile da soccorso. L’addestramento è molto lungo ed impegnativo, in media un paio d’anni con una frequenza bisettimanale. Al termine della fase addestrativa le unità cinofile affrontano un esame operativo a livello nazionale che permette di intervenire in caso di ricerca reale di persone disperse; tale esame va poi rinnovato ogni anno.
La responsabilità della nostra attività è molto alta: la ricerca di una persona dispersa, se affrontata in maniera superficiale, può decretarne la morte, specie se effettuata in una stagione con rigide temperature
A fronte di tutto ciò è ovvia l’importanza di un addestramento quanto più tecnico e meticoloso possibile. Una parte importante di tale addestramento si svolge in un campo recintato con tutta l’attrezzatura necessaria e propedeutica a quella che sarà la ricerca in campo aperto o in campo macerie.
L’esame che le unità cinofile affrontano a termine dell’addestramento prevede una parte di “palestra”, così viene chiamata, che consiste nel superamento di ostacoli (salto in alto, salto in lungo, palizzata, passerella, tunnel rigido), nell’affrontare difficoltà (aree, stalli), e di una parte pratica dove si mette il cane di fronte ad una simulazione di ricerca reale. Quando il cane trova il disperso segnala il ritrovamento tramite un abbaio prolungato nel tempo fino all’arrivo del suo conduttore; per far questo al campo addestramento si utilizza una cassa abbaio e dei tubi con coperchio.
Tutto quanto fin qui descritto fa parte delle attrezzature da noi quotidianamente utilizzate per raggiungere il brevetto di unità cinofila operativa.

Roberta Invernizzi (presidente S.C.O.V.)




Inizio Pagina Comune di RIVA PRESSO CHIERI (TO) - Sito Ufficiale
Piazza Parrocchia, 4 - 10020 RIVA PRESSO CHIERI (TO) - Italy
Tel. (+39)011.9469103 - Fax (+39)011.9468449
Codice Fiscale: 90003890010 - Partita IVA: 01788940011
EMail: info@comune.rivapressochieri.to.it
Posta Elettronica Certificata: comune.rivapressochieri@postecert.it
Web: http://www.comune.rivapressochieri.to.it


|